Contacts

92 Bowery St., NY 10013

thepascal@mail.com

+1 800 123 456 789

Notizie

Sosteniamo insieme il Progetto Upside Down!

Per sostenere il Progetto Upside Down:
Parrocchia di Ghiffa S. Maurizio
C.F. 93002780034
IBAN per bonifico: IT54W0306909606100000123852
Causale: Progetto Upside Down
  • Sosteniamo il Progetto Upside Down

Il Progetto Upside Down parte dal “basso”. È un progetto nato in classe, tra gli studenti di
quinta superiore dell’Istituto Cobianchi di Verbania e il loro professore di religione, Don
Angelo Nigro. Nasce dal confronto su quanto si sta vivendo in questi mesi segnati dalla
pandemia e nasce da una scommessa: “credere ancora nel bene e nel bello”.
Da qua è scaturita poi l’idea di dare forma a un Manifesto di un nuovo umanesimo scolastico.

Un manifesto – spiegano i promotori – che non sia una denuncia di tutto ciò che non va, ma che possa diventare un “annuncio” di tutto ciò in cui vorremmo non stancarci di credere e che ci possa aprire a un presente e a un futuro di speranza. Aprirci a un mondo che ci faccia sentire fratelli tutti, innamorati del rispetto di ogni uomo che abita sulla terra, appassionati di valori alti, capaci di esser artigiani di pace e costruttori di giustizia.

– ISTITUTO COBIANCHI

Decalogo del nuovo umanesimo scolastico:

1) Fair Play (il rispetto delle regole e dell’altro, dallo sport alla vita);
2) Duc in altum (andare in profondità, non fermarsi all’apparenza delle cose);
3) Kalòs kai agathòs (il bello è anche buono, non solo la bellezza esteriore, ma anche quella che traspare dai valori interiori di una persona);
4) Sos (non siamo soli, chiediamo aiuto e sappiamo dare aiuto);
5) Come una ginestra (da Leopardi a noi oggi, l’importanza del sostenersi a vicenda, il saper rinascere anche in situazioni impossibili, valorizzando il senso della collettività);
6) Equanimità (stare dalla parte del giusto, del bene; e prendere le decisioni con serenità);
7) We Care (ci preoccupiamo, ci mettiamo in ascolto dell’altro, in dialogo con l’altro; socializzare andando oltre i social);
8) AperIam (apriamoci agli altri, alla diversità, lottare contro la chiusura, contro l’alienazione; ma nel contempo io sono aperto alle novità, a tutto quello che non sono io);
9) Agradecimiento (la gratitudine nei confronti dell’ambiente, dei frutti della terra, dei colori, dei sapori, dei profumi della terra, di tutto ciò che ci circonda; della vita);
10) Servitori di giustizia e Conduttori di legalità (come diceva Giovanni Falcone chi lotta contro la mafia non è un eroe, ma è una persona che ha spirito di servizio; e sempre Falcone diceva che condurre la propria vita nel rispetto e nella ricerca della legalità non è un atto eroico, ma è l’unico modo possibile per vivere).

Scrivi all’indirizzo upsidedownproject2021@gmail.com per acquistare la felpa o la t-shirt e supportare il progetto!

Una parte del progetto, vede il coinvolgimento di alcuni personaggi della cultura, dell’economia, dello spettacolo e dello sport e anche testimoni di vita che non si sono stancati davanti a tutto il male, ma che hanno ancora il fuoco della vita e della vita piena. Sono previste video-conferenze in diretta in orario scolastico a cui sarà possibile partecipare in diretta; le stesse video-conferenze vengono registrate per poi poter essere eventualmente proposte in un secondo momento alle classi interessate.

Ad oggi hanno aderito al progetto:

Cinzia Primatesta e Antonino Cannavacciulo, imprenditori
Ferruccio De Bortoli, giornalista
Gherardo Colombo, magistrato
Annalori e Umberto Ambrosoli, moglie e figlio di Giorgio Ambrosoli
Gianlorenzo Marinese, direttore hotspot Lampedusa
Don Giorgio Borroni, direttore Caritas Novara
Liliana Segre, senatrice a vita e testimone della Shoah
Filippo Ganna, campione del mondo di ciclismo
Daniele Cassioli, campione paraolimpico di sci nautico
Francesco Cosatti, giornalista di Sky Sport
Marco Tarquinio, giornalista e direttore di Avvenire
Claudio Bisio, attore
Elio di Elio e le storie tese, cantante ed attore
Prof. Massimo Galli, Resp. Malattie Infettive Ospedale “L. Sacco” Milano
Vincenzo Mondino, Primario reparto malattie infettive Ospedale Castelli Verbania

Leggi maggiori dettagli sul Progetto Upside Down e guarda tutte le video-conferenze di coloro che supportano il progetto!